venerdì 8 gennaio 2010

Interrogativi.


Durante il concerto di ieri sera Bobo Rondelli ha introdotto un pezzo con una considerazione sull'amore. O forse, meglio, sul rapporto di coppia. Ha detto una cosa che sembrava un semplice gioco di parole o un ribaltamento sardonico e invece smascherava una dinamica tristissima e diffusa. Che può succedere, dopo molto tempo che ci stai insieme, di guardare la tua donna e vedere solo duepalle che camminano. Però può capitare anche, una volta guardata la cosa alla distanza, di capire che era lei, che guardandoti vedeva solo due palle che camminavano. Io non penso si riferisse semplicemente alla noia. Ma a quel giochino triste per cui alcune donne cercano nella coppia soltanto un inseminatore per realizzarsi in un ruolo deciso da sole. E questo può esser stato già deciso in partenza, oppure presente sul fondo che viene a galla quando a un certo punto sentono scattare il cosiddetto orologio biologico e allora che figlio sia, a tutti i costi o quasi, anche se il nido non è accogliente, anche se ancora non è neanche pronto, o ha tutti i rametti storti e malmessi e non è stabile per nulla. L'importante è figliare, quasi a prescindere dalla persona che si ha vicino. Che poi, a volte, dopo non serve più. E penso che per l'uomo una volta scoperto di essere accessorio è possibile anche scegliersi un'altra vita. Ma a quel bambino che è solo il mezzo per la madre attraverso cui realizzarsi, che cosa arriva insieme al latte?

5 commenti:

  1. Eh, gli arriva la nostra "cultura".

    :-*

    Lignorante

    RispondiElimina
  2. Invece hai super ragione!Conosco troppe mammedasedutadatavolino...le migliori sono per caso o per scelta, una scelta motivata da puro desiderio...non dalla società e dalla famigghia, costi quel che costi.

    RispondiElimina
  3. Conosco un bel po' di donne,ma penso ne conoscerai anche tu,per cui il figlio ormai altro non è che uno status,nè più nè meno che la macchina,il posto fisso,il marito danaroso,le due vacanze all'anno,meglio se esotiche(e magari non sono mai entrati,che so,nella chiesa romanica che sta dietro casa).Da esibire.Ormai si figlia solo per futili motivi,perchè i nonni fanno pressione,perchè"c'ho 35 anni,poi quando li faccio?",perchè le amiche l'hanno già fatto tutte.O peggio,si figlia perchè si è fallito in tutto il resto e il pargolo fa da panacea.
    P.S. L'orrida immagine delle due palle che camminano mi perseguiterà per mooolto tempo...

    RispondiElimina
  4. a me la voglia è quasi passata

    ho avuto però 2 anni di iistinto materno che nion mi faceva dormire la notte.

    Ora no, e haimè rimangono tutti i motivi enunciati da Andrea: "perchè i nonni fanno pressione,perchè"c'ho 35 anni,poi quando li faccio?",perchè le amiche l'hanno già fatto tutte"

    grazie di avermelo fatto notare, così non lo faccio più il bambino. In fondo c'ho ancora me da crescere!

    RispondiElimina