lunedì 23 novembre 2009

Luci.

Nicola Difino

Pranzo messicano condito di Giappone a sud di Paperino, brainstorming, scarabocchi, taralli e feng shui, fischietti, ceramiche e cartoni animati. Tempi dilatati, bianco e colore, quintali di pagine, arte come rena. Aria viva, tutto si muove e l'imprevisto genera la caduta. Costante movimento. Io osservo. Ho gli occhi con la prospettiva.

4 commenti:

  1. bello questo frullato di tanto.
    Osservi e mi ricordi una persona, nel modo di scrivere, nel fiutare la vita.

    RispondiElimina
  2. L'IMPREVISTO genera la caduta... :)

    RispondiElimina
  3. a me ha dovuto spiegarlo
    penza un po'

    RispondiElimina